© accioloki
posted 3 giorni fa | 3

mi consigliereste un film da vedere?

posted 4 giorni fa | via | | 2514

theartofanimation:

Yagikoto2

posted 1 settimana fa | 2

sempre per la serie giochini-catena: 5 random facts

shewasforgotten mi ha taggata e io non posso dirle di no :)

1 - amo ballare al buio
2 - in questo momento vorrei poter abbracciare qualcuno e addormentarmi ascoltando il cuore
3 - vorrei aver fatto almeno un bagno notturno quest’estate
4 - c’è una tumblera senza la quale non potrei vivere e che condivide con me l’amore per gli autobus
5 - adoro i popcorn

a-r-t-i-n-v-e-i-n solo-stef ilfrigovuoto raccontamidite  tocca a voi!

posted 1 settimana fa | 2

Cose da vecchio social…

Voilà….ilfrigovuoto sarai contento?

1- Ti manca qualcuno?  più di qualcuno

2- Credi nelle relazioni a distanza? Si, dipende dalle persone, non dalla distanza.

3- Citazione preferita? “a volte le comete ritornano”

4- Cosa vuoi diventare da grande? quello che sto già cercando di diventare: una fotografa

5- Cosa pensi della società?  Che mi inquieta viverci dentro, soprattutto nella nostra attuale società.

6- Una cosa particolare su di te? Non amo cocomero e melone, ad eccezione del melone bianco.

7- Che scuola frequenti? What is scuola?

8- Rapporto coi genitori? Tornassero indietro non nascerei.

9- Quanti anni hai? 26

● REGOLE.
Postare sempre le regole, rispondere alle domande della persona che ti ha taggato, taggare altre 11 persone, informare di essere stati nominati e dire alla persona che ti ha taggato che hai partecipato al gioco e hai risposto alle domande. 


non taggo nessuno, su questo proprio non ci riesco, ma grazie frigo :*

posted 1 settimana fa | 5

Una volta chiamavo te quando mi sentivo crollare, l’unico amico a cui avrei potuto raccontare tutto.
E tu correvi, per una sigaretta, per una birra, per un abbraccio.
Che fossero o meno orari decenti, correvi.
Tutti che ci guardavano basiti quando raccontavamo di non essere mai stati innamorati dell’altro.
Era tutto ciò che sembrava, che tu fossi innamorato di me, che io lo fossi di te.
A noi non è mai importato nulla, gli davamo pure corda, ridevamo nell’ignoranza, di quelle persone piccole, che non vedono più in la del proprio naso, che perdono tempo giudicando tutto pur di non giudicare la propria strada.
Poi ci siamo colpiti così a fondo che mi si è aperto un buco nero nel petto, tu sei uscito dalla porta, lasciando tutto aperto, e mille schegge che andavano sempre più a fondo.
Con te me ne sono andata anche io, io che non credo più in nessuno, men che meno in me stessa.
E qui tutto si fa scuro, sempre più scuro, non vedo luce se non in alcuni giorni in cui il sole mi abbraccia e mi fa sentire al sicuro.
Poi torno sola, vuota, insignificante e dimenticabile.
Mi rannicchio nei ricordi, come fossero una coperta con cui proteggersi dal freddo, 
In quei ricordi così lontani da sembrarmi finti, mi addormento così, piena di tempeste che mi attraversano la pelle.

posted 1 settimana fa | via | | 128
    Pagate e vi sarà dato un sole di cartone.
— Bandabardò (via genesisofsupernova)
posted 1 settimana fa | 2

svegliata dalla pioggia che bussa alla finestra, con il cane che chiede rifugio fra le coperte e il gatto arrotolato sul cuscino.

posted 1 settimana fa | 0

E si riparte, nuovo anno sportivo, nuova avventura.
Sono sempre stata felice di ricominciare, quest’anno mi scopro annoiata, già alla partenza, senza voglia, senza trasporto.
E pensare che è uno sport che amo più di me stessa.
Ma qui dalle mie parti ci dev’essere una fuga di persone inutili e senza spirito, perché se io ho perso l’amore per l’insegnamento di questa meravigliosa disciplina, lo devo tutto alle mie allieve di adesso, eccezion fatta per tre di loro.
Quindi ho deciso: quest’anno insegnerò a loro e per loro, e basta.
Che gli altri, TUTTI, si fottano pure.

posted 1 settimana fa | via | © | 167264
posted 1 settimana fa | 3

un abbraccio, un abbraccio in cui affogare.
In cui rifugiare i miei sogni, le mie paure.
Un petto in cui affondare le mani, in cui Sentire il cuore.